ENJOY ROMAGNA,  RIMINI E DINTORNI

Federico Fellini: museo diffuso di Rimini

Scopri il museo diffuso di Federico Fellini camminando per la città di Rimini. Parti dalla Rocca Sismondo fino al Borgo San Giuliano.

Il museo diffuso di Fellini è quel che serviva per rendere Rimini ancora più attraente, ma soprattutto per dimostrare nuovamente che la città è molto altro, oltremare.

Se anche te, come me, sei appassionato di cinema e di teatro, quello che sto per raccontarti ti farà impazzire al punto che, sono sicura, nel giro di poco sarai a Rimini per fare quest’itinerario!

Dedicare qualche oretta alla scoperta del maestro che ha fatto la storia del cinema sarà una vera e propria esperienza immersiva non solo nella vita stessa di Fellini, ma anche in tutto il suo immaginifico mondo onirico per comprenderlo ancora meglio.

Scopri Fellini con il museo diffuso di Rimini: circo Amarcord, Castel Sismondo e il giardino

Comincia la visita partendo da Piazza Malatesta, fai una foto all’installazione della pista “Circo Amarcord”, omaggio al finale del film 8 e mezzo.

Gli storici dicono che è proprio in questa piazza che nasce l’amore di Fellini verso il circo. Infatti, è qui che venivano montati i tendoni e che la quotidianità circense si consumava.

Quella vita artistica e bohèmiem che Federico sbirciava dalla sua finestra, è stata una delle sue prime ispirazioni. Nascono anche da qui i bizzarri personaggi che tutti conosciamo e che, oltremodo, vengono definiti anime erranti fellianiane.

Questa piazza è il lasciapassare per arrivare a Castel Sismondo. Le vecchie prigioni del ‘400 sono state trasformate nel Museo Fellini, aperto nell’agosto del 2021. Il percorso ti farà conoscere non solo le maggiori opere cinematografiche, ma anche tutto la carriera cominciata come illustratore.

Scoprirai non solo il lavoro del regista comprese le trasposizioni dei pensieri e delle sue immagini più celebri come il mare, il vento, e la nebbia, ma anche la storia dei suoi fedeli compagni di viaggio. Figure cardine come Giulietta Masina moglie fedele e premurosa, ma anche Anita Ekberg, Marcello Mastroianni e lo sceneggiatore poeta Tonino Guerra.

Video, suoni in sottofondo, installazioni, abiti e varie riproduzioni ti accompagneranno nel percorso di circa un’ora.

La parte più caratteristica e poetica, se vogliamo, è quella del pontile e del mare ricreato da stoffa di raso che, mossa dall’aria, crea il dolce andirivieni delle onde sull’arenile.

“Amarcord”, “E la nave va”, “La strada”, “La dolce vita” e il “Casanova” sono solo alcuni dei film citati in questo percorso.

Usciti dal Castel Sismondo alla vostra destra vedrete un giardino delizioso dal poetico nome “Il bosco dei nomi e la lanterne di Tolstoj”. Il bosco dei nomi è un insieme di fiori di pietra sopra i quali sono incisi i nomi dei grandi personaggi del cinema amici di Tonino Guerra, sceneggiatore storico di Fellini e ideatore di questo progetto.

Questi fiori vengono illuminati da 3 grandi e sbilenche lanterne in ferro sempre create da Tonino e dedicate allo scrittore da cui il nome deriva.

La vegetazione spontanea e i fiori che colorano il giardino lo rendono “selvaggio” quanto basta per avere l’idea di campagna, quella di Amarcord.

Scopri Fellini con il museo diffuso di Rimini: palazzo e cinema Fulgor

Vai poi verso il Palazzo Fulgor che, prende il nome dal medesimo cinema che troverai appena girato l’angolo. La rinocerontessa icona del film “E la Nave va” ti darà il benvenuto. E’ la stessa che è stata scelta come simbolo del museo diffuso.

Il palazzo, anch’esso inaugurato da poco, rappresenta la parte più interattiva, digitale e didattica.

Schermi touch, quiz, indovinelli, manifesti e aule in cui poter organizzare laboratori e percorsi cinematografici sono ciò che troverai in questo palazzo. C’è anche un bar dove fare un buon aperitivo a chiusura della visita.

Interessante vedere tutti i manifesti cinematografici e i bozzetti di Fellini. Quelli in cui le donne hanno sempre forme morbide, bucoliche che a tratti ricordano Botero, ma che in realtà sono le classiche azdore di Romagna

Il cinema Fulgor un capolavoro art déco’ ristrutturato dal premio Oscar Dante Ferretti, quello di The Aviator o di Gangs of New York per intenderci. E’ un cinema a tutti gli effetti.

Per concludere la visita, allungati fino al Ponte di Tiberio per vedere il Murales del pavone e al Borgo San Giuliano per scoprire le piccole chicche sempre a tema Fellini!

Per informazioni sulla visita guidata potrete rivolgervi a Visit Rimini, mentre per biglietti e informazioni: al sito web del Museo diffuso

Il Fellini Museum è un progetto del Comune di Rimini con il Ministero della Cultura, Regione Emilia Romagna e il sostegno di APT servizi ER e Visit Romagna.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.