Cracovia piazza Reynek
EUROPA,  POLONIA

Cracovia: cosa vedere in 2 giorni e mezzo camminando

Prima volta a Cracovia? Cosa vedere in 2 giorni e mezzo camminando. I consigli “giusti” per non perdere le cose da non perdere senza mezzi pubblici!

Vi piace camminare? Siete arrivati nel posto giusto!

Vedere tutto ciò che c’è da vedere a Cracovia in 2 giorni e mezzo è difficile, infatti, vi troverete inevitabilmente a fare delle scelte, ma resta comunque un buon punto di partenza per scoprire la città senza prendere mezzi pubblici.

Ho trovato Cracovia molto affascinante: pulita, silenziosa, elegante ed educata. È una città antichissima ed è davvero difficile rimanerne indifferenti.

Cracovia è malinconica.

Porta con sé un passato doloroso che lascia ferite ancora aperte, coperte dalle tovaglie di pizzo nelle tavole calde nel quartiere ebraico, illuminate dalle candele accese sul candelabro a sette bracci.

Cracovia è il cielo stellato che vedrete sopra le vostre teste nella Basilica di Santa Maria.

Cracovia è la città in cui ho visto due delle cattedrali più belle viste nella mia vita.

Due giorni e mezzo sono sufficienti per vedere le cose più importanti, ma non abbastanza per fare tutto ciò che c’è da fare.

Tre giorni sono l’ideale, soprattutto se nell’itinerario inserite la visita ai campi o alle miniere di sale poco lontane dalla città. Noi ci siamo trovati a fare questa scelta: in 2 giorni e mezzo non è possibile fare uno e l’altro a meno che, la vostra decisione sia quella di dedicare pochissimo tempo alla città, ma sarebbe un peccato.

Ecco quello che, a mio avviso, non deve mancare nel vostro itinerario.

Cracovia: cosa vedere in 2 giorni e mezzo. La città vecchia

Arrivati a Cracovia con un volo da Rimini verso le 15, abbiamo dedicato la mezza giornata a disposizione alla Città Vecchia.

La città vecchia di Cracovia è una delle poche zone che non è stata distrutta durante la seconda guerra mondiale e da questo deriva il suo nome.

Patrimonio dell’Unesco, cominciate dalla sua piazza, chiamata RYNEK, la piazza medioevale più grande d’Europa. Seguendo la via Florianska, arrivati in piazza, vi troverete sulla vostra destra il FONDACO DEI TESSUTI, mentre sulla sinistra la CATTEDRALE DI SANTA MARIA.

Cominciate proprio da qui, da questo maestrale esempio di architettura gotica dalle torri di altezze diverse.

Pagate il biglietto ed entrate perché l’interno di questa chiesa vale il viaggio.  Volendo, potrete salire fino in cima alla torre con più di 200 scalini.

Una volta usciti dalla chiesa, di fronte a voi troverete il FONDACO DEI TESSUTI, un tempo luogo di scambio e di mercanteggio. In realtà, da un certo punto di vista lo è anche oggi, infatti, all’interno troverete decine di bancarelle che vendono dozzinali souvenir e gioielli in ambra.

La vera sorpresa di questo luogo, però, sono i suoi sotterranei che costituiscono una vera e propria miniera di segreti sul passato della città.

Uscite dalla parte opposta dalla quale siete entrati, di fronte a voi la TORRE DEL MUNICIPIO.

Tenendo la vostra destra imboccate la strada per arrivare al COLLEGIUM MAUS, l’università più antica della Polonia nella quale si laurearono personaggi illustri come Niccolò Copernico e Papa Giovanni Paolo II.

L’ingresso è gratuito per il cortile interno e per il “giardino dei professori” che si trova accanto.

Tornate indietro e, attraverso via Grodzka, vedrete la CHIESA BAROCCA DEI SS PIETRO E PAOLO con 11 statue di marmo dedicate agli apostoli. Noterete già in questo una stranezza: ovvero gli apostoli in teoria sono 12! Ebbene si, ne manca uno! Chi sarà?

Da qui, proseguite fino ad arrivare al Castello di Wawel.

Cracovia: cosa vedere in 2 giorni e mezzo. Visita ad Auschitwz e Birkenau

Il nostro secondo giorno in città cade di Lunedi.

Tenete in considerazione che, in questo giorno della settimana molti musei o siti storici sono aperti solo mezza giornata. Un po’ per questo motivo e un po’ per motivi di nostra organizzazione abbiamo deciso di spostarci a Owieciem per visitare i campi di sterminio. Questa è l’unica cosa che non raggiungerete camminando, infatti si trova a circa 1 ora e 40 minuti di bus dalla città.

Tutte le informazioni le trovate nel link qui sotto:

Cracovia: cosa vedere in 2 giorni e mezzo. Quartiere ebraico, Castello di Wawel e Podzgore

Giornata dedicata interamente alla visita della città.

Tempi serratissimi per riuscire a fare tutto quello che non volevo perdermi.

Partiamo dal quartiere ebraico KAZIMIERZ fondato dal Re Casimiro il Grande.

Pensate che è stato il quartiere della comunità ebraica per 600 anni ed è anch’esso Patrimonio Unesco. Questo quartiere un tempo costituiva una città autonoma, ed oltre ad essere la parte di Cracovia che ho preferito, qui troverete sinagoghe e un sacco di locali di tendenza. Suona strano, lo so!

L’atmosfera vibrante e giovane si percepisce già dalla via principale Josefa. Cominciate a risalirla tutta e fermatevi al numero 12.

Se siete appassionati di film, non farete fatica a riconoscere la location di uno dei film più celebri della cinematografia.

Qui, infatti fu girato il film Schindler’s List, che vi consiglio di rivedere o vedere prima di arrivare in città. Fu proprio la produzione di questo film che, cominciò a cambiare le sorti del quartiere riqualificandolo. Un po’ come successe a Matera dopo “The Passion” di Mel Gibson.

Se trovate la porta chiusa, apritela!

Proseguite oltre per ammirare la street art che si trova ovunque. Alcuni dei più murales famosi si trovano al numero 17. In fondo alla strada sulla sinistra c’è la SINAGOGA ALTA e davanti a voi il MUSEO EBRAICO che dà sulla piazza principale. Girate a destra per vedere uno dei murales più belli del quartiere.

Fermatevi al museo, se ne avete voglia, oppure proseguite attraversando tutta la piazza fino alla SINAGOGA e al CIMITERO ANTICO DI REMUH con tombe di grandi rabbini, meta di pellegrinaggi di ebrei ortodossi provenienti da tutto il mondo.

In fondo alla strada sulla destra c’è un ristorante con delle porte e delle insegne che lo rendono uno dei punti più instagrammabili della città.

Avete decisamente intuito, che la soluzione migliore per godervi questo quartiere è lasciar perdere le mappe e lasciarvi andare alla scoperta delle sue strade.

Con alle spalle il quartiere Kazimierz ci addentriamo nel quartiere di PODZGORE testimone del Nocevento locale: il vecchio ghetto ebraico dove in 320 edifici vennero stipati più di 16.000 ebrei.

Il ghetto di Cracovia non era uno dei più grandi, ma senza dubbio uno dei più importanti. I muri erano alti 3 mt e alcuni resti si possono vedere fra Lwowska 25 e Limanowskiego 62.

Nel 1942 tutti gli ebrei presenti nel ghetto vennero trasferiti nei campi nei quali si preparava la cosiddetta “soluzione finale”.

Simbolo di questo quartiere è la piazza PLAC BOHATEROW detta anche “piazza delle sedie”. La piazza è la piazza della concordia degli eroi del ghetto, 70 sedie dedicate a chi venne ucciso prima di essere deportato. Proprio in un angolo della piazza troverete la FARMACIA DELL’AQUILA: una farmacia dalla storia tutta particolare.

Tadeuz, il farmacista era un “non ebreo” che decise di sua volontà di abitare all’interno del ghetto. Per tutti i suoi servigi dopo la guerra venne dichiarato “giusto tra le nazioni”.

Podzgore è celebre per la FABBRICA DI SCHINDLER anch’esso dichiarato “giusto tra le nazioni”.

Vi consiglio di visitare il museo che ho trovato molto interessante e ben fatto.

Attenzione però! Non troverete nulla della vecchia fabbrica, se non l’ufficio di Schindler e la scalinata che si vede anche nel film.  Il percorso espositivo è un percorso virtuale sulla storia di Cracovia dal 1939 al 1945. Ogni sala ha un proprio argomento con foto, elementi interattivi e molte riproduzioni.

Vi consiglio di prenotare la visita in anticipo per non rischiare di non trovare posto.

Cracovia: cosa vedere in 2 giorni e mezzo. Castello di Wawel

La storia medievale è il vostro pane quotidiano? Questa parte di Cracovia fa al caso vostro!

Il PALAZZO E LA CATTEDRALE DI WAWEL sono, forse, i luoghi più conosciuti e visitati della Polonia.

Wawel è il cuore della nazione con il castello Rinascimentale e i suoi tesori d’arte.

Personalmente gli interni non mi hanno fatto impazzire, ma il giardino, gli esterni e la vista che vedrete da quassù, meritano.

La cupola d’oro della cattedrale è la prima cosa che vi balzerà agli occhi, così come la pulizia e l’ordine del giardino dove potrete entrare gratuitamente. I biglietti sono diversificati, nel senso che, non ci sono biglietti cumulativi per fare tutto, ma ogni elemento è a sé.

Il personale nelle casse non è il massimo della gentilezza e non vi aiuteranno molto nel capire cosa è meglio per voi, quindi vi consiglio di optare per la cattedrale e gli appartamenti che comprendono la visita alle camere di Stato con la mostra di arazzi.

La cattedrale è una delle più importanti di Cracovia, ed quella in cui venivano incoronati i re, in poche parole questa cattedrale sta a Cracovia come Westminster sta a Londra. Il biglietto comprende anche le cripte al cui interno sono ospitate le tombe degli ultimi re e la torre con le campane.

Amanti del fantasy? Visitate la grotta del Smok Wawelski il Drago!

Scopri come organizzare un viaggio in città con tutte le informazioni della guida di Pimpi!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *