VIETNAM FAI DA TE

Suggerimenti e consigli per chi si approccia ad organizzare un viaggio “fai da te” in Vietnam.

Il Vietnam è assolutamente un paese in cui potrete tranquillamente crearvi un itinerario ad hoc in maniera totalmente fai da te. È un paese tranquillo in cui potrete avere le comodità che volete, se lo o le vorrete. Offre una varietà di paesaggi incredibile e necessiterebbe davvero di un periodo di tempo abbastanza lungo per essere scoperto a fondo. Ci sono angoli che, per tempo e per spostamenti un pochino più ostici, non abbiamo affrontato, ma che credo che ne valgano davvero la pena. È stato difficile scegliere cosa mettere o non mettere nell’itinerario, sebbene avessimo tempo abbiamo tralasciato cose e punti di interesse, ma sono sicura che prima o poi questo paese mi riaccoglierà a sé. Non si dimentica tanto facilmente la sua accoglienza e la sua delicatezza. Ha davvero un profondo animo romantico.

Quindi, pronti con carta e penna? Cartina e guida alla mano per buttare giù il vostro itinerario ideale alla scoperta di questa perla del Sud Est Asiatico!

Vi do alcune dritte e consigli generali su come potete muovervi all’interno del paese. Ci tengo sempre a dire che tutto ciò che scrivo è frutto della mia esperienza e che magari qualcun altro ha visto o vissuto cose diverse dalle mie e che, come tali, possono darvi ulteriori spunti e idee. Inoltre, nel blog potrete trovare articoli di approfondimento a seconda della città o del luogo visitato.

Vietnam Fai da te: ITINERARIO

1-2/12 Hanoi

3/12 Trasferimento ad Halong City per l’imbarco in crociera ad Halong Bay

4-5/12 Crociera ad Halong Bay

6/12 Rientro ad Hanoi e partenza con treno notturno per Sapa

7/12 Arrivo a Sapa e trekking tra le risaie

8/12 Sapa e partenza con treno notturno per ritorno ad Hanoi

9/12 Arrivo in mattinata ad Hanoi, volo per Huè

10/12 Huè

11/12 Partenza per Hoi An (Mini bus)

12-13/12 Hoi An

14/12 Partenza per Ho Chi Minh (volo)

15-16-17/12 Ho Chi Minh

18/12 Partenza per Can Tho (Bus)

19/12 Can Tho/Delta del Mekong

20/12 Trasferimento Ratch Gia e partenza via traghetto per Phu Quoc

21-22/12 Phu Quoc

23/12 Trasferimento a Ha Tien e passaggio in Cambogia via terra

Vietnam Fai da te: DOCUMENTI

Per entrare in Vietnam occorre il visto, ma c’è una sostanziale differenza tra i diversi visti che vi possono emettere:

  • Visto con ingresso singolo per 15 giorni: gratuito (alla frontiera tenete a portata di mano la prenotazione di un volo o un albergo nel caso di un passaggio via terra, che attesti l’uscita del paese entro il quindicesimo giorno);
  • Visto con ingresso singolo per più di 15 giorni: costa più o meno 30 euro e lo potete fare comodamente on line. Volendo, si può ottenere direttamente al vostro arrivo all’aeroporto (ricordate le fototessere), ma non vi conviene per questione di tempo. Meglio essere già attrezzati: arriverete, timbro e via;
  • Visti con ingresso multiplo: Quest’ultimo vi permette di entrare e uscire dal paese più volte (Esempio: Vietnam, Laos, Vietnam, Cambogia..). Ha un prezzo superiore e anche questo è fattibile on line.

La scelta del visto, dipende molto da come organizzate e da che tipo è il vostro viaggio. Vi consiglio, in ogni caso, di far riferimento al sito sempre aggiornato, indicato dalla Farnesina. Ho trovato molta confusione on line rispetto all’argomento e le cose in merito cambiamo sempre molto velocemente. Inoltre, chiamare l’ambasciata vietnamita a Roma per richiedere i documenti, è molto più costoso che fare i visti on line. Non chiedetemi perché!

Il visto on line è super comodo: tempo di procedura 5 minuti, dopo tre giorni riceverete una mail con il visto da stampare e da portare con voi.

Vietnam Fai da te: COME SPOSTARSI

In Vietnam spostarsi è facile, ma con tempi biblici. Ovunque troverete agenzie che vi organizzeranno qualsiasi tipo di transfert, ovunque voi vogliate all’interno del paese.

Nelle città potrete tranquillamente spostarvi a piedi o in taxi. Con pochi spicci arriverete ovunque. Cercate sempre di prendere quelli autorizzati o con il tax meter. Un esempio è la compagnia Mailinh, facilmente riconoscibile per i suoi taxi verde Irlanda (massiccia presenza ad Ho Chi Minh) oppure anche Uber nella capitale.

Considerate che le tratte città/aeroporto e viceversa risultano essere sempre più costose, per questo se vi trovate ad Hanoi e dovete andare all’aeroporto vi consiglio di utilizzare i bus messi a disposizione dalle compagnie aeree (Vietnam Airlines e Vietjet), molto molto economici e nuovi. Cosa interessante è che, non dovete per forza avere il biglietto della compagnia in questione. Questa è davvero un’ottima soluzione a poco più di un euro, basta avere l’accortezza di guardare on line le stazioni da cui partono.

Per percorrere medie o grandi distanze, il taxi risulta molto costoso, ma potete percorrerle utilizzando:

  • Voli interni: operati da diverse linee tra cui, appunto, la Vietnam Airlines o la più economica Vietjet (simile alla nostra Ryanair, i bagagli si pagano a parte). Tutti i voli potete prenotarli on line in maniera indipendente oppure tramite agenzie o anche tramite i vostri alloggi. I voli sono economici, ma rimangono comunque il mezzo di trasporto più costoso;
  • Bus e Sleeping bus: i bus o minivan eseguono tutte le tappe principali. Esiste anche la formula “Open Bus”, con la quale spendendo circa 50 euro totali, potrete muovervi in tutto il paese seguendo le tappe che la compagnia prevede (una di queste è la Sinh Tourist). Lo farete più o meno comodi su sedili quasi completamente reclinabili, ma a mio avviso davvero scomodi. Tendenzialmente una navetta vi verrà a prendere dal vostro alloggio. Il nome di un’altra compagnia di bus con cui ci siamo trovati molto bene è la Futa.
  • Treno: anche la ferrovia è alquanto sviluppata, ma non sempre arriva nei posti di principale interesse. È sicuramente una bellissima esperienza e considerate che il tratto tra Huè e Hoi An (attenzione perchè il treno non ferma direttamente a Hoi An, ma a Danang) merita di essere fatto solo per vedere il paesaggio circostante. Con il treno notturno, invece, arriverete a Sapa, ai confini con la Cina, e qui trovate i dettagli. Hanno costruito una strada che in 5 ore vi porterà al Nord, sicuramente questa è più veloce e più comoda rispetto al treno notturno, ma non cambierei per nessuna ragione al mondo la mia scelta. È davvero un’esperienza, una delle più belle fatte in Vietnam;
  • Taxi collettivi sicuramente più costosi:
  • Traghetti per raggiungere le isole: Phu Quoc viene servita dalla compagnia Superdong che parte sia dal porto di Rach Gia (impiega circa due ore e mezza, con mare mosso tre, un incubo) che da Ha Tien (un’ora e mezza);
  • Motorino a noleggio: ottimo per le isole o i posti veramente tranquilli. Non è il caso di noleggiarlo a Ho Chi Minh, sarebbe da pazzi!
  • Discorso diverso per la baia di Halong visitabile al massimo dell’esperienza con una crociera molto suggestiva (ve ne parlo qui)

Vietnam Fai da te: CLIMA

Il Vietnam è molto grande e il clima cambia da zona a zona. Il mese di Dicembre e Gennaio è l’ideale per il Sud e le isole, ma fa molto freddo al Nord dove è sicuramente meglio andare in primavera e in autunno. Così come il centro.

Il periodo estivo è periodo di monsoni, ma cosa dire, le condizioni meteorologiche stanno davvero cambiando in tutto il mondo. Siamo stati ad Hoi An nel periodo delle piogge e non ha piovuto nemmeno un giorno. Siamo arrivati in Cambogia e ci ha travolto la coda di un tifone in un periodo completamente anomalo per fenomeni come questo. Quindi, a volte si tratta davvero di fortuna,

Vietnam Fai da te: DOVE DORMIRE

Gli standard degli alloggi in Vietnam non sono proprio il massimo. Se non avete problemi e soldi da spendere negli hotel a cinque stelle o boutique hotel tutto sarà perfetto, ma se come noi dovete cercare di dare un colpo al cerchio e uno alla botte, occorre cercare più oculatamente dove dormire scendendo a dignitosi compromessi. Le stelle che vengono dichiarate, spesso non sono proprio quelle reali. Un tre stelle, per i nostri standard sarà sicuramente una, ma l’importante è che sia pulito con acqua calda e devo dire che per questo non possiamo lamentarci. Le strutture in cui abbiamo alloggiato sono sempre state più o meno pulite e fornite.

Abbiamo prenotato tutti gli hotel o le homestay tramite Booking.com nostro fedele compagno di viaggio e abbiamo scelto questi:

Hanoi: “HANOI CRYSTAL HOTEL”, ottima posizione. Semplice, ma ideale per una sosta veloce nella città. Nulla di pretenzioso, ma pulito e dotato di ogni confort.

Halong Bay: Crociera “SWAN CRUISE” (qui vi parlo della crociera)

Sapa: “HEART OF SAPA HOTEL”, sistemazione ottima. La signora è deliziosa, le camere sono accoglienti e la colazione “all you can eat” a la carte, è davvero degna di nota. Vi consiglio davvero il pernottamento in questo grazioso posto. Tra le altre cose è possibile organizzare i trekking con guida direttamente al suo desk.

Hue’: “GOLD HOTEL”, albergo di alta qualità, ma in realtà pagato pochissimo, circa 30 euro per due notte. Camere enormi, pulito, unica pecca: molto umido.

Hoi An: “FLAME FLOWERS HOMESTAY”, ottima soluzione per pernottare a Hoi An, rimane ai bordi del quartiere vecchio, un pochino più defilato rispetto al centro vero e proprio, ma con una camminata o con la bicicletta (che avrete a disposizione gratuitamente) arriverete ovunque. Accoglienza ottima, camere nuovissime e ampie così come la doccia. Proprietari gentilissimi.

Ho Chi Minh: “KIEN HOTEL”, credo che si possa scegliere qualcosa di meglio. Davvero niente di che.

Can Tho: “BALO GUESTHOUSE” anche per quest’opzione…lasciamo stare, stesso discorso dell’hotel sopra

Phu Quoc Island: “BAMBOO GARDEN RESORT”, soggiornare qui è stato davvero piacevole. Rimane fuori dal centro, in linea d’aria sotto la città Duong Dong all’altezza della spiaggia Truong Beach. Con il motorino si arriva ovunque, inoltre con una camminata di cinque minuti avrete a portata di mano, ristoranti e negozi. La proprietaria è gentilissima, cinque bungalow nuovi in una zona assolutamente silenziosa e verde. Avrete a disposizione una cucinetta e un barbecue per un’eventuale cena sul prato.

Vietnam Fai da te: COSA MANGIARE

Il Vietnam credo sia uno dei paesi del Sud Est Asiatico con una cucina vivace, estremamente varia e buonissima. A seconda della zona in cui sarete, avrete la possibilità di assaggiare specialità del luogo e, proprio per questo, non c’è tempo per annoiarsi. Sanno mixare in maniera perfetta gusti e consistenze: è sempre presente un elemento croccante in ogni piatto. Inoltre, potrete seguire, se voi lo vorrete, anche specifiche “cooking class” (soprattutto nella zona centro-nord).

Ad Hanoi esiste una specialità che ancora al pensiero mi viene l’acquolina in bocca, sto parlando del Bun Cha, una zuppa di noodle servita con polpette di maiale (tipo la nostra salsiccia) e fettine di pancetta grigliate mescolate a verdura fresca. Una delizia!! Non potete esimervi dal mangiarla e soprattutto dal farlo in una delle mille “baracchine” poste agli angoli della strada, seduti in piccoli sgabelli di plastica rossi e blu a misura di bambino. Lo ‘street food‘ fa parte della tradizione culinaria del Vietnam, e vi accorgerete che fa davvero da padrona nella cucina vietnamita non solo per il sapore, ma anche per il portafoglio. Spesso lo street food viene scelto di vietnamiti come pausa pranzo con i colleghi o per cena in famiglia.

Ma, come scegliere il posto giusto?

Prima cosa da tenere in considerazione è quella più importante: quando il ‘ristò street’ è affollato da locali, allora è quello giusto! Spesso e volentieri eravamo gli unici con la pelle chiara e gli occhi azzurri!

Seconda regola: buttatevi e fidatevi, meglio vedere cosa e come lo cucinano sulla strada che non sapere cosa succede dietro le cucine dei grandi ristoranti. Spesso questi banchetti che sembrano improvvisati, ma non lo sono affatto, sono molto più puliti e con materie prime più fresche, comprate poco prima al mercato, ve lo assicuro!

A Sapa, come poi troverete anche in altri luoghi, il piatto tipico è il barbecue: troverete locali in cui potete scegliere da un banco i vostri spiedini di carne, pesce o verdura, i quali verranno cotti sul momento e serviti con salsine e intingoli vari.

Degni di nota anche gli spring roll, chiamati Nem.

Nella parte centrale del Vietnam e più precisamente ad Hue’, ma anche ad Hoi An hanno di tradizione la cucina vegetariana e anche in questo caso devo dire che è risultata ottima!!

Nella parte Sud e nell’isola, invece, sarà molto interessante per il vostro palato il pesce fresco da scegliere e da cuocere direttamente alla brace.

Ultima cosa: vi renderete conto che la colonizzazione francese oltre ad avere lasciato in eredità l’architettura, ha lasciato la tradizione di caffetterie e panifici dove potrete scegliere deliziosi dolci, ma anche buonissime e croccanti baguette. A tal proposito non perdetevi i Banh Mi, una baguette imbottita, una sorta di panino.

Ufficio Postale a Saigon

Se volete bere qualcosa di simpatico, vanno forte i Bubble Tea, golosissimi tea con latte e perline di gelatina. Ho adorato!! Una catena degna di nota dove bere tea di questo tipo, ma di qualità è la Royal Tea a Ho Chi Minh.

 

Vietnam Fai da te: COSA METTERE IN VALIGIA

  • Vestiti leggeri, non troppo costosi, state comodi senza pensieri. Portatevi, cose “da battaglia” eventualmente, come li chiamo io “da abbandono”. Nel caso il Vietnam è fornito di lavanderie e con pochi spiccioli potrete fare il vostro bucato ogni volta che lo necessitiate;
  • Cappello o eventualmente potrete acquistare uno di quelli a cono;
  • Sciarpetta leggera per i luoghi con aria condizionata;
  • Scarpe chiuse, da ginnastica e ciabatte per le zone di mare;
  • Crema solare e repellente per le zanzare;
  • Salviette igienizzanti e fazzoletti di carta;
  • Costume, nel caso abbiate in programma un’isola o la Baia di Halong. In questo caso portatevi anche un Kway e un pantaloncino impermeabili, potrebbe essere utile per l’uscita in Kayak;
  • Per Sapa: indumenti pesanti (leggete qua);
  • Medicine (non partite senza! Si recuperano anche in loco, ma meglio avere la vostra scorta da casa);

E voi pronti a partire? Cosa state aspettando?

E per quello che riguarda me…grazie Vietnam!

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *