Appunti e Spunti

Come pubblicare un articolo per il tuo blog in 10 mosse

Come organizzare il tuo piano di lavoro per pubblicare un articolo destinato al blog? 10 mosse per aiutarti a raggiungere lo scopo in maniera efficace e veloce!

Di solito scrivo di viaggi, ma in questo momento è davvero difficile farlo. Nonostante io abbia ancora tantissimi articoli del mio ultimo viaggio da pubblicare, ora non sento di avere lo spirito giusto per scrivere guide di viaggio. I motivi sono innumerevoli, tra cui in primis il rispetto della nostra immobilità forzata, di chi sta lavorando in prima linea e di tutta questa situazione farcita da pensieri che portano il viaggio non sicuramente in cima alla lista.

È vero che si può viaggiare con la fantasia e non dobbiamo smettere di farlo, ma è altrettanto vero che si possono trovare anche altri spunti utilmente creativi.

Proprio per questa ragione, ho deciso di dedicare l’articolo di questa settimana al “blogging”, ovvero all’arte di “bloggare”, partendo dalle basi, ovvero come organizzare un piano di lavoro quando dobbiamo creare un nuovo articolo.

Come pubblicare un articolo per il blog in 10 mosse non vuole essere una bibbia assoluta o la verità imprescindibile, rappresenta la metodologia che io uso per gestire questa parte di lavoro, ovvero il mio modus operandi. Condivido questi 10 step per darvi spunti e se ne avete di altrettanti o se avete consigli per rendere il lavoro più “smart” fatemi un fischio!!

Dato per scontato che abbiate un vostro piano editoriale preciso e organizzato, ecco le fasi che io considero essenziali per rendere completa la pubblicazione di un articolo destinato al tuo blog.

Come pubblicare un articolo in 10 mosse

UNO- Decidere l’argomento del tuo articolo per ragionare il testo in maniera coerente: quali sono gli obiettivi, che informazioni vuoi lasciare, qual è il tuo principale focus. Focalizzati bene sul messaggio che vuoi far passare e, per far questo, aiutati creando una scaletta o un canovaccio. Ti renderai conto che, oltre ad essere fondamentale per l’articolo stesso, ti sarà estremamente utile nel momento in cui dovrai suddividere il tuo articolo in paragrafi (essenziale in ottica SEO). Io amo le cose all’antica, per questo tutta la parte di progettazione la faccio sul mio fedele quaderno degli appunti. Ragiono meglio scrivendo su carta.

DUE- Scrivi l’articolo usando la “tua voce” e il tuo stile. Nel fare questo, non dimenticare di ragionare sulla parola chiave e sulla categoria (tra quelle presenti nel tuo blog) in cui rientrerà il tuo articolo. Utilizzate il vostro “flow creativo”, fate qualche pausa, siate gentili con voi stessi e se proprio non è giornata lasciate perdere. La creatività non si comanda e ricordate sempre che “The content is the king”: il contenuto è il re!

TRE- Scegliete un titolo che acchiappa! Questo è un passaggio importantissimo perché è il titolo che susciterà curiosità, deve attirare l’attenzione. Una buona prassi è inserire al suo interno la parola chiave dell’intero testo e creare un sottotitolo che descriva al meglio il contenuto dell’articolo stesso.

Esempio: se sto scrivendo su come fare la focaccia perfetta, la parola chiave potrebbe essere “focaccia perfetta”, mentre nel sottotitolo andrete a spiegare, per chi in quel momento sta cercando consigli su come fare quella specifica ricetta, che proprio qui potrà trovare delle preziose informazioni non solo per fare una focaccia, ma per renderla perfetta. In questo passaggio ricordate sempre di fare molta attenzione allo “snippet”, ovvero ciò che viene letto dagli utenti dalle loro ricerche di Google, quello sotto il vostro URL per intenderci.

QUATTRO- Revisione e formattazione. Cercate sempre di pubblicare articoli grammaticamente corretti e revisionati. È buona prassi non scrivere un articolo e pubblicarlo subito dopo, ma è bene lasciarlo sedimentare per qualche giorno.

Perché? Solo così vi accorgerete delle imperfezioni stilistiche e di eventuali refusi. Rileggetelo piano e veloce (utile per le ripetizioni), rileggetelo provando a cambiare carattere nel pc (piccola azione miracolosa), se qualcosa non fila tagliate, modificate, spostate, giocate con il vostro testo e se avete qualcuno di fidato fateglielo leggere.

Siate pazienti e siate creativi. Non dimenticate che se è vero che scrivete per altri, in primis scrivete per voi.

Non dimenticate di dare attenzione alla formattazione: dividete in paragrafi, mettete le parole principali in grassetto, utilizzate i diversi titoli in maniera coerente ( h1/h2/h3). Un esempio?  I titoli dei paragrafi devono essere tendenzialmente tutti uguali, date continuità.

CINQUE- Scelta e gestione delle immagini. La buona riuscita di un articolo dipende anche dalla capacità di inserire immagini accattivanti e“giuste”.

La scelta delle foto non è mai banale, usate il giusto tempo anche per questo passaggio. Non solo le parole descrivono, le immagini lo fanno di più.  Ridimensionatele se sono troppo grandi, rinominatele e dategli il giusto “title”: anche le immagini hanno la loro parte nella questione Seo.

SEI- Creazione di infografiche riassuntive o di grafiche visivamente piacevoli: io le amo! Aiutano a dare le informazioni in maniera diretta, immediata e creativa.

Per continuare l’esempio della focaccia, sarebbe molto carino creare un’ infografica con la lista della spesa. Veloce ed immediata, utile da salvare: la trovo lì chiara e precisa. Un esempio lo troverete alla fine di questo articolo.

SETTE- Creazione dell’immagine copertina: scegliete la foto più rappresentativa e lavoratela graficamente inserendo il titolo del vostro articolo. Io uso Snapseed o Canva.

OTTO- Inserite nel testo link e collegamenti.  Ricordatevi di utilizzare i collegamenti a vostri precedenti articoli presenti nel blog, che in un certo senso possano creare collegamenti fra loro.

Rendete il vostro blog dinamico. Aiutate l’utente a continuare la sua ricerca nel vostro sito. Incuriositelo.

NOVE- Creazione del post per la presentazione su Facebook

DIECI- Creazione del post per Instagram: scegliete la foto da pubblicare, scrivete una caption che catturi e ragionate sulle stories.

4 commenti

  • paola

    Ottimi spunti. Cerco sempre articoli come questo per potermi migliorare e migliorare così il mio lavoro. Non smetto mai di mettermi in discussione e imparare dalle esperienze e conoscenze degli altri.

  • Dany M

    Utile post sul blogging! Io anche sono un po’ demotivata a parlare di viaggi.. la cosa principale per ne subito dopo la scelta dell’argomento sono le immagini, le scelgo e sono per me ispirazione pura!

    • lavaligiadipimpi

      Anche per me le foto sono davvero una parte molto importante che integra al meglio un articolo! Spesso sono proprio le foto che mi motivano ad andare avanti nella lettura degli articoli che trovo! Forza e coraggio, presto ricominceremo a viaggiare!!!Ne sono sicura!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *