Appunti e Spunti

Netflix: le serie da non perdere

Netflix è la piattaforma streaming per eccellenza!Ecco le serie da non perdere!

Diciamocela tutta, Netflix è una preziosissima risorsa indipendentemente da tutto quel che sta succedendo.

Sono una super fan delle serie tv e sono sempre molto attenta alle nuove uscite per non perdermi la chicca del momento. Le serie per me sono un po’ come i libri: indispensabili e in questo senso Netflix per me è la piattaforma numero 1.

L’elenco che vi faccio comprende quelle che, secondo me, sono le serie assolutamente da non perdere. Non sono solo quelle recenti, ma ci sono anche quelle della serie “grandi classici”, altrimenti non sarebbero “da non perdere”!

MAD MEN

Racconta la storia di una grande agenzia pubblicitaria di New York dalla metà degli anni 50 in poi. La sceneggiatura porta con sé, non solo la storia dei personaggi, ma anche la grande storia americana fatta di politica e molto altro. Un esempio? Lo sbarco sulla Luna, la morte di Marilyn Monroe o le donne in carriera.

Ideale non solo per chi ama il mondo della pubblicità, ma anche della moda. Se siete appassionati di costume e di abiti d’epoca, è assolutamente da non perdere: look e outfit da far girare alla testa.

Intrigante sceneggiatura. Il ritmo non è dei più veloci, ma ci sta, è intelligentemente calibrata. Personaggi e interpreti grandiosi.

PEAKY BLINDERS

Atmosfere cupe in una Birmingham fumosa, grigia e buia degli anni 20.

Un’elegante banda di delinquenti (realmente esistita) che appartengono tutti alla stessa famiglia, lavorano per avere l’egemonia della città e non solo ad ogni costo e ad ogni prezzo senza nessun tipo di compromesso.

Capitanati dall’affascinante Tommy Shelby, il fratello capofamiglia, ma non il maggiore, è una serie che, probabilmente, non vi acchiapperà subito, ma vi conquisterà nel tempo con il suo fascino magnetico.

Costumi eccezionali, colonna sonora “cazzutamente” fuori epoca e interpreti a cui non si può rimproverare nulla, creano un mix esplosivo per una serie che, nonostante tutto, vi farà stare dalla parte dei cattivi.

STRANGER THINGS

Nostalgici anni 80? L’attesa è finita!

Considero questa serie una delle più belle e geniali degli ultimi anni. Il punto di forza è proprio aver fatto leva su tutti quegli elementi classici che appartengono ai film di avventura con i quali la mia generazione è cresciuta.

Al suo interno troverete un po’ dei “Goonies”, di “ET”, di “Stand By me”, di “ Alien, e un po’ dei  “Gremlins”.

Piccoli e grandi interpreti che funzionano, abiti e scenografie che non tralasciano nessun particolare del tempo, così come le tecniche di ripresa, i colori e la colonna sonora. Un tuffo amorevole, ammirevole e “adrenalico” nel passato.

Vi farà stare incollati al divano a mordere cuscini!

ATYPICAL

Una serie delicata e al tempo stesso dissacrante che tocca il tema delicato dell’autismo.

Lo fa con quel sarcasmo capace di farti ridere, ma anche capace di farti entrare in un mondo che ha muri davvero difficili da attraversare.

A modo suo, è una piccola poesia grazie all’interpretazione eccezionale del suo protagonista che non contempla, né per la sua vita né per quella degli altri, nessun tipo di sfumature emotive, ma solo fatti concretamente dimostrabili.

Parla di un grande problema con un linguaggio semplice, diretto e ci riesce benissimo. La finirete in un momento, le puntate sono come patatine.

THE CROWN

Una serie che forse non riuscirete a vedere tutta in un colpo, o forse si.

Si tratta di una precisa biografia e di un accurato racconto storico della Regina Elisabetta, della sua storia e, chiaramente, della storia inglese.

Un progetto importante che vedrà ruotare diversi interpreti nello stesso ruolo durante lo sviluppo cronologico della sceneggiatura. Le attrici che interpreteranno Elisabetta saranno in totale 3.

Riflettere e dopo averla vista guarderete la regina Betty con occhi diversi. Sicuramente la comprenderete leggermente di più. Ottima sceneggiatura fotografia e costumi da 10 e lode. Interessante per entrare meglio nella storia inglese.

THE END OF THE FUCKING WORLD

Una serie mordi e fuggi che vi conquisterà per il suo andamento bizzarro.

I due rocamboleschi protagonisti sono amorevolmente adorabili e nella loro pazzia riusciranno a strapparvi quella risata che nasconde un latente grido di aiuto.

Serie inglese che ha avuto un enorme successo, probabilmente per la tenerezza che riesce a suscitare la situazione paradossale in cui due adolescenti non integrati nella società si andranno a cacciare.

Tratta da un fumetto. Potrebbe essere facile riconoscere quelle atmosfere tipiche del grande maestro Quentin Tarantino.

THE ORANGE IS THE NEW BLACK

Il motto: Girl Power! Dopo averla in prima battuta abbandonata ho ripreso la serie guardandola tutta d’un colpo. La sua forza è la profonda caratterizzazione delle protagoniste e delle loro storie che vi permetteranno di affezionarvi velocemente alla quasi totalità di loro.

Chapman, la protagonista che dà il via alla storia, a mio avviso è quella che possiede meno mordente di tutte, ma posso dire che, in generale, i personaggi e le interpreti funzionano.

Sono sapientemente mescolate tra loro per avere il giusto mix tra comico e disperazione come impone la situazione all’interno del carcere.

8 serie che non presentano tutte lo stesso ritmo. Verso la fine, soprattutto l’ultima, tende ad abbassarsi un po’ il tono e potrebbe annoiarvi un po’. Vale la pena continuare per vedere come va a finire.

Tratta da un’autobiografia, ha vinto numerosi premi.

SEX EDUCATION

La serie ha avuto un enorme successo e non ci metterete molto a capire il perché. Otis è sedicenne timido e assolutamente incapace con il sesso, anche se, tuttavia è abilissimo a dare consigli in materia a tutti i suoi compagni, grazie alle competenze della madre sessuologa. Ecco che spinto dalla sua compagna di classe, Otis imbastisce una sorta di “clinica del sesso” per aiutare adolescenti in difficoltà.

Il messaggio fondamentale che vuole distribuire Otis e, in generale, Sex Education è che ognuno ha il diritto di esprimere liberamente la propria sessualità, anche se può sembrare proprio non convenzionale.

Serie britannica che racchiude tenerezza, disagio, curiosità, solidarietà, con quel briciolo di cattiveria che non guasta mai.

BLACK MIRROR

Black Mirror è un’altra serie geniale.

Un’antologia “distopica” a tratti, su un futuro prossimo portato all’estremo (ma non so fino a che punto) che vi farà riflettere. Ogni episodio potrebbe essere considerato un vero spunto di discussione di analisi post puntata.

Le serie sono composte da un numero davvero cospicuo di episodi, la prima ne ha 3 per esempio. Gli sceneggiatori hanno anche creato il primo film interattivo “Bandersnatch”, quello che serviva per chiudere il cerchio alla “Black Mirror”.


LA CASA DI CARTA

Ho cominciato a guardare questa serie non appena Netflix ne acquisì i diritti.

Ho visto le due serie con il fiato sospeso e la bocca aperta per la velocità, l’incredulità e la forza di tutti i personaggi. Ho seguito le avventure di questi “ladri buoni” schierandomi, chiaramente, dalla parte dei cattivi.

La forza della serie sta proprio nei suoi personaggi: ti intrigano, ti ammaliano, ti raccontano le loro storie, le loro debolezze, ma non la loro vera identità.

Ho visto anche le ultime serie uscite, ma per quel che mi riguarda la casa di carta finisce con la seconda serie, non poteva più essere perfetta di così. Quello che viene dopo è una minestra riscaldata per tenere testa al successo e al guadagno del momento.

YOU

Una sorta di thriller psicologico che ha come attore protagonista Penn Badgley, meglio conosciuto per Gossip Girl.

Se la prima serie lascia un po’ desiderare, la seconda stupisce e mi è piaciuta molto di più. Merito anche, secondo me, di una protagonista femminile più azzeccata.

Se siete appassionati dalle atmosfere morbose e un po’ malate con un tocco di sadismo e ossessione è la serie che fa per voi! Puntate che mantengono un buon livello di tensione, senza calare particolarmente.

UNOTHORDOX

La serie è tratta da una storia vera. Esty decide di scappare dalla sua comunità ebraica ortodossa di NYC per rifugiarsi a Berlino e fuggire da una vita piena di costrizioni e privazioni.

Questa è una miniserie che ha fatto scalpore ed è la prima serie fatta per il 70% in lingua yiddish. Merita di essere vista con cognizione di causa.

Vi lascerà a bocca aperta e vi darà uno spaccato su un mondo poco conosciuto e davvero incredibile.

Non prendetela alla leggera, diciamo che non è proprio quella serie da vedere con pop corn e patatine. Necessita di attenzione e sono sicura che vi spingerà a saperne di più.

2 commenti

  • Silvia The Food Traveler

    Premesso che se non avessi avuto Netflix in questi due mesi sarei impazzita! Ma a prescindere da questo periodo è una risorsa alla quale non potrei mai rinunciare. Ho visto di tutto ultimamente, e Unorthodox è una delle serie che più mi ha colpito. La Casa di Carta poi, non c’è bisogno di aggiungere niente. Tra le altre che hai elencato, molte le ho salvate in lista, altre invece non le conoscevo e mi ispirano, soprattutto The End of the Fucking World. Sai che invece sono una delle poche persone a non aver mai visto Stranger Thing? Devo assolutamente rimediare.
    Mi permetto di consigliarti due serie che a me sono piaciute moltissimo: la prima, Il Metodo Kominsky con Michael Douglas, triste e divertente al tempo stesso. E poi Occupied, ambientato durante un’ipotetica invasione della Norvegia da parte della Russia (scritto da Jo Nesbø).
    Scusa il lenzuolone e grazie per i consigli 😉

    • lavaligiadipimpi

      Ciao Silvia!
      Anche a me Netflix ha salvato la vita!
      Ti dirò che anche Prime Video ha delle cose molto interessanti.
      Grazie per i tuoi consigli me li sono segnati e sia quella con Douglas che quella scritta da Nesbo, mi ispirano un sacco!
      Per quel che riguarda “Stranger Things”, devi assolutamente vederlo!E’ davvero una serie incredibile!!Sono sicura che ti piacerà!Fammi sapere non appena la guardi!E se ti capita anche Atypical merita davvero!
      Da ieri sera, invece, ho cominciato a guardare “This is us” su Prime, anche quella davvero deliziosa!
      Niente…ho capito siamo serie tv addicted!ahahahahahaha

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *