EUROPA,  FRANCIA,  VINTAGE TRAVEL WORLD

Parigi da gustare: il favoloso mondo di Jacqueline

Un insolito soggiorno parigino: romantico, regale, ma soprattutto “vintage-gourmet”

Sono felicissima di ospitare su “La valigia di Pimpi”, Jacqueline del blog “La cucina di Jacqueline”.

Come me, è una vera amante del mondo vintage ed è una super Pin Up! Ama il rosa, i fenicotteri e tutto ciò che è romantico.

E’ una ballerina di swing e Can-Can e da vera appassionata di cucina, organizza su Milano degli eventi TOP chiamati “Jacqueline Pic-Nic”.

Ci racconta della sua adorata Parigi, attraverso un itinerario non solo gourmet, ma tutto color pastello dal sapore vintage Pin-Up.

Che parola vi viene in mente se pensate a Parigi ? La mia senza dubbio è romantica.

Prima di andare a Parigi, vedevo continuamente immagini di questa città in ogni angolo: su magliette, vestiti, cartoline, poster, pubblicità’, immagini, illustrazioni vintage, fotografie. Insomma, è stato quasi impossibile non amare questa città senza esserci mai stata di persona. Il mio è stato da sempre un amore platonico.

Nel film “Colazione da Tiffany “, Holly Golightly, mangia un croissant davanti la vetrina di Tiffany, ecco, il mio sogno era quello  di andare a Parigi e mangiare Macarons di Ladurée di fronte alla Tour Eiffel .

Questo sogno si è finalmente avverato e sono felice di condividere questo mio viaggio insolito, romantico e, a tratti, regale insieme a voi.

Vi darò alcuni spunti per rendere il vostro soggiorno parigino speciale. Posticini inusuali rispetto a quelli classici frequentati da turisti, suggerimenti per le vostre colazioni e pranzi veggy e molto altro ancora!

Parigi non è solo Tour Eiffel, Louvre, Champ Elysee e grandi magazzini. Parigi è molto di più.

Vivetela e assaporatela, solo così ne capirete il suo vero animo.

Prima di tutto, vi consiglio di soggiornare a Monmartre. E’ qui, che passeggiando per le sue vie riuscirete a respirare una Parigi vintage e romantica.

Prenotate una camera senza colazione per andare a degustare chausson aux pommes, madeleines, flan parisien, clafoutis e tarte tatin direttamente nelle boulangerie che, con il loro profumo di dolci da forno, saranno un richiamo invitante ed irresistibile!

Due posti molto carini dove ci si può sedere nei tipici tavolini parigini all’aperto sono: “Coquelicot ” e “La Galette Des Moulins ” che ha un piccolo e grazioso giardinetto interno, entrambi a Mommartre.
Troverete tutti i dolci elencati sopra e devo dirvi che sarà molto difficile  scegliere quale ordinare. Fate come me: prendeteli tutti!

Nota importante: Parigi non è proprio economica, il caffè espresso si aggira intorno ai  3 euro e il cappuccino ai  5 euro, ma tranquilli tutto nella norma.

Se volete iniziare la giornata sentendovi un pò Marie Antoinette allora dovete fare solo una cosa: andare a fare colazione da Maison Ladurée sugli Champs Elysees.

Questo è davvero uno dei miei posti preferiti: una vera boutique gourmet di pasticceria dove, oltre ai Macarons dagli innumerevoli  gusti e colori, troverete dei veri “gioielli” fatti di zucchero. Le proposte in vetrina cambiano in base alla stagionalità . I prezzi,nemmeno a dirlo, non sono economici, ma ne vale la pena.

E’ una vera esperienza immersi in un’ atmosfera regalmente magica tipica della corte del Re Sole.

Non potete andarvene via senza aver prima acquistato un cofanetto pieno di Macarons. Portate un po’ di Parigi anche a casa e fate come me: ho deciso di collezionarli.

Consiglio di Jacqueline: se vi trovate a Parigi in primavera o in estate organizzatevi per fare un pic -nic  parigino ai piedi della Tour Eiffel. Come? Stendetevi una coperta/ tovaglia sul giardino del Champ de Mars o in uno dei tanti angoli lì intorno. Acquistate nelle boulangerie, baguettes farcite o classiche, dai fruttivendoli  pomodorini e fragole (io ho trovato delle fragole dolcissime!), al supermercato vino rosè e formaggio tipico, nelle patisseriè qualche dolcetto squisito ed ecco, come per magia, che siete pronti a godere di un buonissimo pranzo all’aria aperta!

Se siete amanti della pizza tanto da volerla mangiare anche a Parigi e amanti dei fenicotteri come me, non lasciatevi sfuggire “Pizza Pink Flamingo“,una catena con diversi punti vendita sparsi per la città.

La loro particolarità?

Perchè? Tanti dettagli rosa, un flamingo come logo, i porta pizza in cartone decorati e nel punto vendita di Canal Saint- Martin  vi regaleranno anche un palloncino rosa con il loro logo flamingoso!

Per un pranzo low-cost recatevi sempre nelle mie tanto amate boulangerie e gustatevi le loro quiche in versione vegetariana, ma non solo. Non mancano i locali e opzioni interessanti anche per i vegani: un esempio è “Comptoir Veggie”un posticino con piatti healthy rivisitati dalla cucina tradizionale francese.

Parigi è piena di luoghi magici e nascosti anche se siete appassionati di vintage. Recatevi al Marchè aux puces de Saint-Ouen, un mercatino delle pulci con abiti, accessori ed antiquariato di lusso. Cercando per bene si riesce a trovare anche qualche chicca ad un prezzo contenuto. La particolarità di questo posto è che, almeno per la mia esperienza, risulta difficile da trovare. Mi ha aiutata un negoziante: mi ha indicato la strada facendomi varcare una porticina lungo una strada. Una volta aperta, eccomi catapultata in un’ altra epoca.

Una magia, un pò come quella del negozio nostalgia a cui fa riferimento Gil di Midnight in Paris.

Siate pronti a perderci ore per osservare e curiosare in questo posto incredibile.

Se invece volete un momento davvero romantico e magari trovare il luogo perfetto per la fatidica proposta, fate una sorpresa alla vostra amata: portatela al parco “Bois de Vincennes “.

Un giro sulla barca a remi nel laghetto circondati da cigni e paperelle è il luogo perfetto per conquistare la vostra lei e fare breccia nel suo cuore. Sarà come vivere in un film! Questo parco è davvero enorme e con diverse entrate, per questo, accertatevi di arrivare nella parte dove affittano  le barchette. Finito il giro in barca, potete visitare e camminare lungo il  resto del parco, scovando un tempietto, una grotta e persino ammirare dei pavoni maestosi in libertà!

Altro momento della vacanza che mi ha colpito particolarmente, un pò per il mio animo da sognatrice, un pò perchè è davvero magico: è stata la visita al Musee des arts forains.”

Si tratta di un museo inusuale, attraverso un percorso tra antiche giostre.

Potrete prenotare una visita guidata francese (su prenotazione anche quella in inglese) e sarà fantastico vedere come voi sarete parte integrante del museo stesso, salendo sulle giostre!!! Tutto è ricco di storia ed effetti speciali che vi accompagneranno durante la visita. Non vi svelo altro per lasciarvi un pò di stupore nel caso decidiate di prenotare un biglietto.

Fin da piccola mi hanno sempre affascinato le storie delle regine con i loro abiti da favola, le loro acconciature, le loro leggende e scandali che, innamorarsi di Marie Antoniette è stato davvero facile. Un po’ complice anche il film di Sofia Coppola.

Non era la regina ideale, ma era una donna piena di charme e fascino. Bella, elegante e amante del lusso. Non potevo mancare la visita al suo luogo tanto amato, il “Petit Trianon”. Il rifugio dove Maria Antonietta ha trascorso gran parte della sua vita da regina con i suoi amici ed il suo amante Conte Fersen. Qui, si organizzavano feste  private, si inscenavano spettacoli nel piccolo teatro e si viveva una vita di corte alternativa. Si dice che la Regina, amasse stare all’aria aperta nel suo villaggio contadino, con vesti più “spartane” e leggere in una zona ben più nascosta di Versailles.

Essere qui, mi ha creato una forte emozione nel cuore. Poter camminare ed ammirare le bellezze che lei stessa aveva ammirato con i suoi occhi, mi ha emozionato.

Quindi, dirigetevi verso Versailles, con un biglietto comprensivo della visita al Petit Trianon e alla tenuta di Maria Antonietta. Adorabili sono anche gli innumerevoli souvenirs dove lei è raffigurata e che trovate durante il percorso. Io avrei voluto acquistarli tutti, ma mi sono contenuta al tè ufficiale di Marie Antoinette in una scatola di latta rosa e un quadernetto degli appunti con un suo dipinto in copertina.

Dopo avervi portato con me a far colazione, pranzo, pic-nic , passeggiato per Montmarte, visitato luoghi vintage, romantici e regali, voglio regalarvi altre due chicche

Consiglio di Jacqueline: La Parigi di sera è strepitosa!C’è una cosa che dovete assolutamente fare: andare al MOULIN ROUGE per assistere ad uno degli spettacoli più famosi del mondo,“Le Féerie”! Vedere questo strepitoso spettacolo con costumi pieni di piume e brillantini all’interno di una location elegantissima, vi trasporterà al tempo di Toulouse Lautrec nella Belle Epoque, accompagnati da un calice di champagne. Ho festeggiato qui, il mio compleanno più bello di sempre! Ci sono biglietti che comprendono cena e spettacolo oppure quelli con spettacolo e champagne al tavolo. Per risparmiare un pochino acquistate lo spettacolo in seconda serata.

Concludo il mio racconto guida con il simbolo di Parigi, la Tour Eiffel, da ammirare assolutamente nel suo splendore più assoluto di sera. I primi cinque minuti di ogni ora, prende vita scintillando e che ne dite di aggiungerci anche un bacio passionale se siete in vacanza con il vostro amato/amata, per terminare in bellezza il nostro viaggio?

Come dice Audrey Hepburn: “Paris is always a good idea”.

Non ho detto addio a Parigi, ma solo arrivederci .

Consiglio della Valigia di Pimpi: seguite Jacqueline su Facebook e su Instagram, perchè il suo profilo sprigiona davvero il profumo di briosche appena sfornate!

Ama donare felicità con la sua cucina ricca di colori e sapori autentici, quella di una vera pin-up che cucina con amore.

Grazie Jacqueline!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *