PAPPARE’: FOOD FOR MOOD

Ci sono giornate che decidi di dedicare a te stessa organizzando una “gitarella” tra amiche, tra ragazze. Ieri  è stata una di queste: una splendida giornata in giro per i portici bolognesi tra mostre, negozi e localini in ottima compagnia.

Uno tra i tanti visitati è stato un posticino delizioso che rimane in centro che più centro non si può, proprio sotto le famosissime due Torri, sto parlando del giovanissimo “Papparè”.

IMG_20160929_205243
Stile lineare dai colori neutri e naturali

Nonostante abbia aperto i battenti solo a Settembre 2016 ha saputo in pochissimo tempo affermare la propria immagine, il proprio stile e la propria proposta culinaria nel  panorama gastronomico bolognese, grazie non solo al fatto di rapire il sapore al gusto e di regalarlo alla vista e al cuore, ma anche per la precisa cura e dedizione nella scelta dei piatti presenti nel menù, nonché ad una bellissima immagine semplice e lineare che presenta l’architettura del locale.

IMG_20160929_205444

Non riesco ad inserire il suo stile in una sola delle tante nomenclature oggi giorno utilizzate dalle maggiori riviste patinate di settore, potrei inserirlo, invece, in uno di quei locali con stile urban-chic, dall’aria un po’ metropolitana di vanità newyorkese, potrei inserirlo in uno di quei locali vegan-style dove la scelta ricade su materiali naturali come legno e colori pastello, potrei inserirlo nella categoria dei locali appartenenti allo stile nordico, ma io preferisco fare così: lo inserisco “solo” in uno di quei locali in cui quando entri ti senti perfettamente a casa, coccolato e accolto.

La colazione per me è uno dei principali pasti quotidiani, fare colazione mi da gusto perché da lì comincia tutto, comincia il giorno e le varie attività: cominciare in questo locale mi ha messo il buonumore.

IMG_20170317_095602
Colazione deliziosa

Mi piace scegliere e quando entro in un bar che dietro ad una triste vetrina quasi impolverata, mi propone il classico cornetto vuoto e quello con la crema mi prende una grandissima tristezza.  Qui tutto ciò non succede, anzi, il bancone è un inno alla gioia e alla vita, va da sé che mi mangerei tutto. I croissant sono letteralmente piccole opere d’arte, alcune più eleganti, altre un pelino più rustiche: deliziosamente coperti da panna, crema Chantilly, frutti di bosco freschi, noci, miele, cereali, composta di mirtilli o arance, torte con i pistacchi e cioccolato, un vero e proprio carnevale del gusto. Le pasticcere che si occupano di creare tutto questo e non solo, sono due, le quali spesso capita di vederle lavorare a vista, interessante per carpirne i “trucchi del mestiere”.

IMG_20170317_095346

Il locale punta  principalmente sulle colazioni, ma merita sedersi sulle sue volutamente traballanti sedie anche per il brunch e per la cena. Il menù dedicato è decisamente vario e spazia da proposte vegetariane e vegane senza tralasciare i piatti per chi vegetariano non lo è, come il delizioso hamburger di chianina o di Angus. Il giovane Chef Marco Ballanti è attento a qualsiasi cosa:  alla freschezza e alla qualità dei prodotti scelti e utilizzati, alla preparazione dei piatti, ma soprattutto alla cura dei minuziosi dettagli che non tralascia mai al caso.Anche la fantasia dei nomi presenti nel menù ne caratterizzano il suo estro e invogliano a provare qualsiasi cosa: Basmati Paradise, Casa Dolce Casa, Fish and Sweet , sono solo esempi tra i piatti presenti sulla carta, è impossibile non esserne attratti.

Di forte influenza statunitense, ma non solo, nella scelta di alcuni piatti lo chef riesce  a rielaborare anche grandi classici senza utilizzare, per scelta, la frittura. Il “Food for Mood”, il motto del locale, è rivolto ad uno stile di alimentazione sana, e quindi ecco il via a deliziosi fish and chips, falafel e nuggets al forno, crostini ed insalate rivisitate con abbinamenti “coraggiosi”, allegre brigate di colorati hummus, brioche e panini che rappresentano un tripudio di colori, dalle oramai famosissime bagel con il salmone, al carpaccio di carne salada agli agrumi accompagnata da raclette di taleggio.

IMG_20160929_210942

C’è né per tutti i gusti: per i golosi e per chi è a dieta, per chi vuole mangiare tanto o per chi vuole solo stuzzicare, per chi è vegetariano o per chi invece ama la frutta, qui tutti possono avere la possibilità di mangiare ciò che si è. Deliziosi, delicati e golosi connubi di sapori a partire da quegli ingredienti che da soli sono semplici o come dicono loro “semplicemente buoni”.

IMG_20170317_142236

Oltre al cibo, nel locale è presente una buona selezione di bevande: diverse miscele di caffè e di tè anche lavorate in modi decisamente golosi, un’ottima selezione di birre artigianali, estratti e rinfrescanti bevande “detox home made” che mixano ingredienti dai più classici agrumi alla più speziata, ma discreta curcuma, senza tralasciare una selezione accurata di vini al bicchiere.

Lo chef Marco mi ha svelato in anteprima la volontà di organizzare e promuovere iniziative culinarie divertenti e ludiche, partendo da cene a tema con degustazioni varie, dedicate alla rivisitazione delle cucine dei vari paesi: piatti tipici del mondo alla Papparè style che parte dall’ecclettica e precisa fantasia di questo carismatico chef.

Gli ingredienti che rendono speciale questo posto sono tanti, ma uno su tutti la passione per la cucina e per il gusto, ma soprattutto la passione per le cose fatte bene.

e voi….ci state ancora pensando?

Pappare, Via dei Giudei, 2 Bologna

IMG_20170317_142133

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *