ENJOY ROMAGNA,  RAVENNA E DINTORNI

La penisola di Boscoforte: i cavalli del Camargue

Una zona incontaminata a qualche km da Ravenna dove i cavalli bianchi del Camargue corrono liberi: la penisola di Boscoforte.

A pochissimi km da Ravenna avrete la possibilità di fare un’escursione in una penisola incontaminata chiamata Boscoforte. La visita non può essere fatta in maniera autonoma, ma solo attraverso un percorso guidato organizzato dalla Cooperativa Atlantide di Cervia.

Di fatto Boscoforte è una proprietà privata, per questo non tutti possono avere accesso quando vogliono. E’ talmente bella che sarebbe un peccato non visitarla.

Arrivati a Sant’Alberto parcheggiate poco prima del piccolo traghetto con il quale passerete dall’altra riva del fiume Reno con 50 cent a testa. Proseguite a piedi fino al cancello che rimarrà sulla vostra sinistra guardando la valle. Qui, vi aspetterà il custode e poi la guida che vi accompagnerà in un percorso ad anello di circa due ore alla scoperta di un ecosistema che mescola come solo natura sa fare acqua dolce e acqua salata.

Il focus della visita è, naturalmente l’ambiente e il suo svolgere lento nei ritmi che lo competono, l’osservazione della vita palustre in un contrasto di acque che accolgono una biodiversità fondamentale a questo tipo di ecosistema.

Nel viale in cui passeggerete troverete tamerici e cespugli di salicornia, detta anche “asparago di mare”. Basta guardare attraverso i rami piccoli e sottili per vedere la colonia di fenicotteri ormai stanziale tra le saline di Comacchio e quelle di Cervia.

Sarà una piacevole passeggiata volta alla scoperta della flora e della fauna, quella tipica di canneti e canali fino ad arrivare a scorgere in lontananza alcuni esemplari protagonisti di questa penisola, ovvero i cavalli del Camargue orami denominati ad honorem “Del Delta”.

I cavalli portati qui tanto tempo fa, vivono allo stato brado e sono immersi completamente nella natura. Non sempre riuscirete ad avvistarli dipende in che zona si trovano quando sarete in passeggiata, quindi incrociate le dita!

Il modo migliore per vedere e godersi questo posto è stare in silenzio, ascoltare la melodia della natura, degli uccelli e del vento che vi passerà tra i capelli.

Sarà grazie alla guida che vi accompagnerà, la nostra si chiamava Sergio, che scoprirete aneddoti su questo luogo ancora incontaminato.

Per informazioni e prenotazioni questi sono i riferimenti: 0544 528710, mail: natura@atlantide.net

Scopri anche la foce del Bevano: un percorso tra terra e acqua in barca elettrica!

.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *