Romagna in Love

Tenuta Mara: azienda vinicola d’amare

La visita all’azienda vinicola “Tenuta Mara” è una di quelle cose da fare e da amare. Sul borgo collinare di San Clemente, appena sopra Rimini, rappresenta una wine experience che vi lascerà piacevolmente colpiti.

L’azienda vinicola “Tenuta Mara” si prende cura di circa 9 ettari di vigneti per la produzione di un Sangiovese estremamente pregiato, proveniente da agricoltura biodinamica.

Giungere fino a qui, vale il viaggio in auto. Durante il vostro percorso vedrete un delizioso paesaggio quasi dipinto ad acquerelli che vi accompagnerà fino al grande portale. Entrerete nella tenuta varcando questo enorme cancello che, già di per sé, è un’opera d’arte.

Un sole e una luna perfettamente uniti vi daranno il benvenuto. Immancabili governatori del cielo che, con i loro moti, permettono alla natura il suo giusto corso. Primo principio base di questa coltivazione.

La scelta filosofica della cantina è quella di praticare la coltura biodinamica, ovvero un tipo di coltivazione che considera il vigneto un vero e proprio organismo complesso, quasi come quello di un essere umano. Il rispetto dei ritmi di crescita e dei cambiamenti climatici e non solo, sono alla base di questa coltura che si basa su una cultura che fonda le radici sulla massima devozione verso i cicli della natura.

Case per gli insetti, filari lunghi e arieggiati e le frequenze della musica classica che cullano i vigneti, sono solo alcuni degli elementi che, in simbiosi, creano armonia ed equilibrio per produrre un Sangiovese DOC.

Uno di quelli più buoni che io abbia mai degustato.

Quadri, sculture, opere murali, land art, musica e vino convivono, all’interno della Tenuta Mara, in maniera eccezionale. Ognuno con un’identità ben definita, ma nessuno slegato dall’altro.

L’attenzione maniacale ai dettagli non viene posta solo alla cura delle coltivazioni, ma all’intero processo di lavorazione e produzione. Tutto concorre a creare la perfetta sinapsi, dall’inizio alla fine.

Gli ambienti che visiterete sia esterni che interni, vi accompagneranno in una dimensione unica, quasi come se entraste dentro ad un percorso mistico. E vi assicuro che lo è sul serio.

Le diverse sale di produzione sono veri e propri mausolei, non sembrano affatto luoghi in cui si lavora il vino, anzi tutt’altro. I “tini” sono creati in legno e cemento naturale decorati da diversi artisti utilizzando particolari pitture e colori, pensati per creare le giuste vibrazioni energiche. Il tutto, accompagnato da canti gregoriani in sottofondo per facilitare l’aggregazione molecolare.

Da Mozart ai canti sacri, il vino fermenta senza controllo di temperature e senza lieviti. Tutto segue il corso naturale, fino ad arrivare alle botti a forma di uovo, sorvegliate giorno e notte da due guerrieri cinesi in pietra: come in un tempio.

Tenuta Mara è così: quasi sacra e immacolata. Un’entità protettrice di un delicato percorso mistico quasi come se, il Sangiovese prodotto, fosse una pozione magica. Durante la visita, sentirete crescere in voi pace, tranquillità e benessere. Saranno i canti gregoriano o non lo so, ma quel che si respira è proprio una vera e propria atmosfera di meditazione e di attesa.

La collezione d’arte del Signor Giordano Emendatori arricchisce gli ambienti già di per sé ricercati, trasformando questi spazi in un vero e proprio museo. La raffinatezza e l’eleganza sono tangibili in ogni elemento, in ogni decoro, ma soprattutto in ogni pensiero che ha portato alla realizzazione di tutto questo.

Tenuta Mara non è solo degustare ottimo vino, ascoltare la visita guidata o ammirare una collezione d’arte, è molto di più. È anche una suggestiva dimora in cui soggiornare e pernottare in una delle quattro eleganti stanze dedicate ad alcune delle città italiane più importanti: Venezia, Milano, Firenze e Roma.

Inutile soffermarsi sulla ricercatezza e sull’eleganza di queste stanze e sulla preziosa area “Mara Wellness Spa” abbinata nel pacchetto di chi pernotta.

Tenuta Mara, per me, rappresenta simpaticamente il Taj Mahal della Romagna. Un lavoro, uno spazio ed un’etichetta che il signor Giordano Emendatori ha voluto dedicare alla moglie, la signora Mara, attiva e attenta guardiana dell’azienda. Se non è amore questo!

Che voi siate culture di vino, di spazi all’aria aperta, di arte o solo cultori di posti belli, dovete fermarvi qua! Questo luogo, rappresenta un tesoro romagnolo incredibile di cui io ignoravo l’esistenza!

Utilizzando il mio codice (PIMPIGYRE) avrete lo sconto sia sulla degustazione che sulla prenotazione della visita guidata prenotata nel portale RomagnaWelcome! Datemi retta, dedicate una mattinata o un pomeriggio a questo posto favoloso, sarà tempo in cui vi arricchirete di bellezza.

 

 

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *