AUSTRIA,  EUROPA,  Friends and Travel

Vienna cosa vedere: spunti di viaggio

Vienna è una capitale che solo nominarla scatena immaginari e atmosfere da sogno. Cosa vedere: i nostri spunti di viaggio!

Vienna è una città da scoprire, per questo ho chiesto ad Elisa, grafica expat in città, di raccontarmela! Siete pronti a scoprire Vienna con noi?

Vienna è una capitale considerata sicura. Da diversi anni mantiene il podio in classifica come una delle città più vivibili e con la miglior qualità di vita. E’ composta da popolazione mista, molte delle persone attualmente residenti hanno origini da diverse parti del mondo quindi con l’inglese base ve la caverete alla grande.

A primo impatto sembra una città tutti molto fredda e distaccata, come i suoi abitanti del resto, ma non lasciatevi intimorire! Sorridete sempre e salutate con un caloroso “Grüß Gott” , che si pronuncia “gruss gòtt” , il nostro “Salve a te”, vi aiuterà ad accorciare le distanze.

Distribuita su circa 400kmq, Vienna è suddivisa amministrativamente in 23 distretti (Berzirke) ognuno facilmente raggiungibile e percorribile a piedi grazie alla fitta rete di mezzi di trasporto. Nata da un accampamento militare, Vindobona, sorse sulla sponda del Danubio nel bacino Wiener, da qui, appunto, il nome Wien, Vienna. Successivamente è stata strutturata in raggi ed anelli concentrici su progetto del piano regolatore dall’architetto Otto Wagner che ha mantenuto al centro di questi cerchi (Innere Stadt, primo distretto) il Stephansdom: il duomo di Santo Stefano dal tetto in mosaico, divenuto simbolo e punto di riferimento della città. Partendo da qui potrete organizzare dei piccoli itinerari, ma di questo ne parleremo meglio dopo.

Vienna Travel Tips: una piccola curiosità, Stephansplatz, la piazza principale di Vienna, venne costruita sul cimitero del duomo!!

Vienna: cosa vedere

Vienna: cosa vedere per i golosi e i golosoni!

Vienna è una capitale tutta da gustare se siete amanti dei dolci!

Sorseggiate un Wiener Melange caldo, simile al Cappuccino, o un Einspänner(doppio espresso allungato con acqua, servito con panna montata e cacao), seduti sul divanetto di Oberlaa Kunrkonditore, un’elegante e nota pasticceria della città. Non dimenticate di provare la deliziosa Himbeer-Royal-Torte, pasta frolla con crema reale, lamponi e crumble di mandorle al forno) o una piccola tartelette con frutta o crema di castagne.

Vienna è la capitale della Torta Sacher!

Recatevi all’Hotel Sacher sulla Kärntner Strasse per gustarsi una fetta di questo dolce simbolo. Una curiosità: considerata la corposità dell’impasto ed i prezzi elevati, qui, la Sacher è disponibile anche in formato “cubo”. Adiacente all’ingresso del Café Sacher è stato adibito lo shop, dove è possibile acquistare torte di diverso diametro in eleganti confezioni di legno oppure cioccolatini, tè e caffè.

La torta Sacher è una torta al cioccolato farcita con uno strato di marmellata di albicocche rivestita da una glassa al cioccolato fondente inventata dall’ apprendista pasticcere sedicenne Franz Sacher che amava appunto il cioccolato. A causa di una malattia del capocuoco, Franz la realizzò per un pranzo ufficiale nel 1832 per il Principe Klemens Von Metternich. L’Hotel Sacher a Vienna conserva gelosamente i segreti per renderla inimitabile, ma in tutto il mondo esistono diverse riproduzioni e varianti.

Volete preparavi una Sacher HomeMade, ma non sapete cosa fare? “Lacucinadijacqueline” proprio per questa occasione, vi mostra una Sacher in versione vegana. Un’alternativa light “rispetto a quella classica. Jacqueline, essendo molto romantica l’ha personalizzata creandola a forma di cuore. Pronti a preparare ingredienti e strumenti? Correte a leggere la ricetta!

Vienna cosa vedere: passeggiando per parchi

Vienna è una città da vivere serenamente passeggiando lungo i sentieri dell’enorme giardino in fiore di Schönbrunn, quelli della “modesta” residenza estiva dell’imperatore Francesco Giuseppe.

Potete prendervi qualche ora di relax leggendo un buon libro sulla panchina del Burggarteno all’ombra di un antico albero sulla riva del laghetto di Stadtpark o, per chi volesse allontanarsi un po’ dal centro, al Donau Park.

Vienna cosa vedere: al ritmo di Valzer viennese

Vienna è famosa, tra le tante cose, anche per il Grand Concerto di Capodanno dell’Orchestra Filarmonica, per il “Valzer sul Danubio Blu” di Johann Strauss e per altri grandi compositori quali Mozart, Haydn, Schubert e Beethoven. E’ un po’ come il ballo delle Debuttanti? Avete sempre sognato di assistervi? Bè, qui, non ci sono le debuttanti, ma l’atmosfera è la stessa: elegante, romantica e aristocratica.

Non potete venire a Vienna senza assistere ad uno spettacolo che sia un concerto, un’opera, un’operetta, un balletto o un musical. Uno dei teatri più importanti di Vienna è Wiener Staatsoper, dove all’esterno vengono trasmette in diretta su mega schermo alcune delle opere rappresentate al suo interno.

Vienna Travel Tips: non acquistate biglietti dai “Mozartiani”, ovvero le persone che vendono biglietti all’esterno delle strutture. Solitamente offrono pessimi posti a 50 / 60 euro, probabilmente in loggia seduti dietro ad altre 4 persone. Acquistate i biglietti nei punti vendita autorizzati.

Vienna cosa vedere: Residenze Reali e non solo

Vienna è la città dei sogni, dei musicisti e dei reali. Credo che, in nessun’altra città al mondo sono vissuti così tanti compositori e musicisti. La città da la possibilità di ripercorrere la vita di grandi maestri visitando le residenze.

Negli appartamenti dedicati alla memoria di musicisti, veri e propri musei potrete vedere mobili, oggetti, partiture, dipinti e fotografie. Potrete visitare la casa di Mozart, di Beethoven, di Strauss, di Haydn e di Schubert.

Non siete soddisfatti, bè, oltre tutto ciò, è possibile visitare anche lo studio di Sigmund Freud iniziatore della psicanalisi e, per le appassionate del periodo ottocentesco, oltre a Schönbrunn, non perdetevi il complesso di Hofburg.

Questa è l’attuale abitazione del Presidente d’Austria, ma un tempo era la residenza imperiale dove Elisabetta di Baviera Regina d’Austria comunemente conosciuta come Romy Schneider (naa, questa era l’attrice che la interpretò), volevo dire “Sisi” (eh già, non Sissi come nel film!) ha trascorso parte della sua vita.

Vienna cosa vedere: Musei, artisti di strada e murales

Ormai abbiamo capito, Vienna traspira storia, arte e cultura.

Visitare musei quali Palazzo Belvederee Secession dalla cupola d’oro, famosi per avere al suo interno alcuni dipinti di Gustav Klimt. Oppure l’Albertina, il Mak ed il Mumok al Museum Quartier, è parte integrante della vita di ogni Viennese.

In tutti i musei, per chi volesse la guida in Italiano, vi saranno offerte delle audioguide.

Vedere arte non è possibile solo all’interno dei musei, ma incontrare artisti nei parchi o per le vie del centro o partecipare al debutto di intraprendenti U-Bahn Stars in metropolitana, è all’ordine del giorno. Come si fa a non amare questa città?

Passeggiando per la città e nei suoi dintorni, vi imbatterete spesso in murales, affreschi e sculture. Quindi occhio agli occhi!

Anche l’architettura non è da meno. Oltre ai palazzi, alle chiese stile eclettico tra cui neoclassico, barocco, rococò, gotico e liberty, questa città offre anche delle piccole “chicche colorate” come la Hundertwasserhaus e la KunstHausWien che sono assolutamente dei must!

Vienna cosa vedere: shopping, mercatini di natale e cibo

Per gli amanti dello shopping c’è n’è per tutti i gusti, ma tranne la domenica! Qui in Austria, infatti, permane inalterato un grande senso di rispetto per il riposo serale e domenicale. Le attività chiudono presto e difficilmente ne trovereste di aperte durante i “giorni rossi” del calendario. Tenete conto di questa cosa programmando il vostro soggiorno.

Inoltre il sabato i negozi effettuano orario ridotto fino le 17 / 18.

Per chi fosse interessato alle grandi firme è consigliato visitare il Graben e la Kohlmarkt. Mentre per chi preferisse negozi a fascia medio-alta è possibile percorrere la Kärntner Strasse o lunghissima Mariahilferstrasse, la più grande strada commerciale dove ci sono negozi per circa 2 chilometri.

Non mancano di certo i mercati delle pulci tra cui il turistico Naschmarkt ed i centri commerciali come Wien Mitte o SCS di Vösendorf, questi a pochi chilometri da Vienna.

Non abbiate troppa paura di avventurarvi nei dintorni delle vie principali, anzi fatelo! Vienna è una città considerata piuttosto sicura, inoltre i posti più particolari ed economici si trovano proprio nelle zone meno frequentate dai turisti.

In queste zone, potrete trovare negozi interessanti come Kingpin, dedicato agli abiti in stile Rockabilly o locali come il ristorante Ribs of Vienna specializzato in costarelle di maiale condite in diverse salse o il distante ristorante Leopoldauer Alm dalle Schnitzel in formato XXL (con una porzione si mangia in due…. anche in quattro!).

Cos’è la Schnitzel? È una cotoletta di vitello, impanata e fritta nello strutto. Una delizia!E’ possibile richiedere la versione con carne di maiale.

Vienna Travel Tips: tenete presente che l’orario di cena è dalle 18 alle 20 circa e comunque non più tardi delle 21. Molti locali chiudono la cucina alle 22. Dopo quell’orario il menu offre birra e snacks! Verificate sempre gli orari di apertura/chiusura e possibilmente prenotate con un po’ di anticipo il tavolo in quanto sono sempre affollatissimi. Per gli Austriaci è molto importante la puntualità, anche solo 5 minuti di ritardo possono creare qualche disagio.

Altro capitolo meriterebbero i mercatini di Natale. Basta sapere che Christkindlmarkt a Rathaus Platz è il più bello e il più grande dei mercatini di Natale di Vienna. Questo mercatino nella piazza del Municipio è aperto di solito da metà Novembre fino a Santo Stefano. 

Vienna piccoli intinerari

Spostarsi per Vienna sarà molto facile ed intuitivo poiché tutta la parte più interessante e turistica si trova proprio all’interno del Ring (che a sua volta si trova all’interno del Gürtel, la vecchia mura di cinta ormai divenuta circonvallazione trafficata). Inoltre le numerose mappe e segnaletiche aiutano i visitatori ad orientarsi al meglio.

Come potete vedere dalla mappa della U-Bahn (metropolitana), il Ring è tracciato dalle linee U6 (di colore viola) e dalla U3 (linea verde). Il Gürtel dalla linea U6 (marrone) e parte della U3.

Prestate più attenzione nelle fermate della U6 (ad esempio GumpendorferStraße) e nelle fermate della U1 che vanno nella zona del Favoriten, in quanto spesso sono frequentate da persone apparentemente poco gradevoli.

Mantenendo Stephansdom come riferimento, le direzioni principali in linea d’aria sono le seguenti:

ALLA DESTRA DEL DUOMO DI S. STEFANO

Percorrendo laRotenturmstraße si arriva al Donaukanal, fermata Schwedenplatz. Distante, al di là del canale c’è il celeberrimo luna park fisso, il Prater con sua la ruota panoramica Wiener Riesenrad simbolo di Vienna, il fiume Danubio, la Donauinsel (isola artificiale di protezione sui cui è stata creata una zona naturale e ricreativa) ed il grande Donau Park in cui è stata costruita la Donauturm, una torre panoramica con un ristorante girevole a 252 m di altezza da cui, i più temerari, possono praticare bungee jumping!

DIETRO AL DUOMO DI S. STEFANO

Si raggiunge la casa di Mozart in via Domgasse, il grande parco Stadtpark, la fermata di Wien Mitte / Landstrasse dove c’è The Mall il centro commerciale. Oltre alle costruzioni di Hundertwasser, situate più vicine al Donaukanal.

A SINISTRA DEL DUOMO DI S. STEFANO

Risulta ben evidente la Kärntner Strasse dove all’inizio, nell’angolo del palazzo marrone sulla destra, è presente in una teca incastonata il “Stock-im-Eisen” (il tronco dove ogni fabbro che arrivava era solito piantare un chiodo).

Continuando sulla Kärntner Strasse, incontrerete l’Hotel Sacher, mentre in una delle traverse potete trovare la Haus der Musik, mostra interattiva per grandi e piccini dedicata al mondo dei suoni e della musica, oppure la Haydnhaus dove visse il compositore Franz Joseph Haydn.

FERMATA KARLSPLATZ

Davanti all’Opera di Stato c’è la frequentatissima fermata di Karlsplatz dove si concentrano linee di tram e metropolitana. Da lì ci si può spostare in molteplici direzioni: ad esempio è possibile raggiungere il palazzo di Schönbrunn (U3) oppure il Palazzo Belvedere distante circa 15 minuti a piedi;

Proseguendo dritto, al di là di Karlsplatz, sulla sinistra, oltre al parco, c’è la Karlskirche ovvero la chiesa di San Carlo.

DAVANTI AL DUOMO DI SANTO STEFANO

Davanti al duomo ecco la statua dorata del Graben ( la colonna della peste) e la via Kohlmarkt che prosegue sino ad arrivare alla porta laterale destra di Hofburg.

A SINISTRA DI HOFBURG

A sinistra del parcheggio situato davanti ad Hofburg, c’è la Maria-Theresien-Platz. Proseguendo si arriva al Museum Quartier e alla Mariahilferstrasse fino a raggiungere la stazione di Westbahnhof.

DAVANTI e DIETRO HOFBURG

Attraversando invece il Volksgarten, il giardino davanti al parcheggio di Hofburg, si arriva al Parlament (al momento in ristrutturazione) ed al Rathaus, il municipio dove viene celebrati diversi eventi, tra cui il “Life Ball”. Mentre attraversando il Burggarten, situato dietro il lato sinistro di Hofburg, si arriva all’Albertina.

Vienna istruzioni per l’uso

Appena arrivati all’aeroporto di è indispensabile acquistare il biglietto della Wiener Linien disponibile per 24, 48 oppure 72 ore (quest’ultimo costa 17,10 euro) con il quale si può usufruire di tutti i mezzi di trasporto della zona centrale di Vienna, la “Kernzone” (biglietto acquistabile tramite l’applicazione mobile WienMobil oppure tramite le biglietterie ÖBB o della Wiener Linien, riconoscibili dal loro colore rosso).

Per chi avesse intenzione di visitare tutti i musei in modo oserei dire intensivo (più facile a dirsi che a farsi), ma con un minimo di riduzione per l’acquisto dei biglietti d’ingresso, Vienna offre ai suoi visitatori la City Card in cui sono inclusi anche i mezzi di trasporto.

Arrivare a Wien Mitte / Landstrasse dall’aeroporto è semplicissimo. In soli 16 minuti grazie al nuovo e costoso CAT (City Airport Train) è infatti possibile raggiungere una delle stazioni di riferimento più importanti. Tuttavia è preferibile impiegare qualche minuto in più ed utilizzare uno dei treni regionali comunque comodi e decisamente molto più economici che fermano a Wien Mitte oppure ad Hauptbahnhof. Già, purtroppo la tratta Aeroporto/Vienna non è inclusa nei tickets. (Viaggio di sola andata del CAT euro 12, treno ÖBB S7 direzione Florisdorf / Wien Mitte euro 1,80 se si dispone del Kernzone Ticket!!).

Da Wien Mitte, salendo sulla U-Bahn (U3 direzione Ottakring) oppure da Hauptbahnhof salendo sulla U-Bahn (U1 direzione Wien Leopoldau), si arriva alla Stephanplatz dove ci si imbatte nell’imponente duomo di Santo Stefano.

A questo punto si tratta solo di scegliere una delle tante vie presenti precedentemente illustrate e partire alla scoperta della città…magari a cavallo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *