RAVENNA in love,  ROMAGNA in Love

RAVENNA: dove l’Oriente incontra l’Occidente

Candidata a capitale della cultura 2019, Ravenna è una città elegante e piena di storia. Sebbene qui l’Oriente incontri l’Occidente si rimane, comunque fedeli alle tradizioni di Romagna.

Considero Ravenna non tanto una città, quanto il mio “paesone”, uno di quelli dove puoi tranquillamente andare in bicicletta e dove in piazza puoi ancora trovare il romagnolo Doc accanto a frotte di turisti internazionali.

Capitale dell’Impero Romano d’Occidente intorno al 402, Ravenna mescola culture, stili e religioni che uniscono Oriente e Occidente in maniera incredibilmente suggestiva.

Città bizantina, ha nella lista delle cose da non perdere ben 8 monumenti Patrimonio dell’Unesco di una bellezza indescrivibile. Mosaico color oro e madreperla si uniscono nelle arcate delle chiese, così come, nelle botteghe dei suoi artigiani che hanno saputo applicare l’arte antica alla contemporaneità.

Alla scoperta del mondo bizantino

Una delle soluzioni ottimali, potrebbe essere quella di prenotare una visita guidata con “OrienteOccidente”, un’associazione di promozione sociale.

Preparate guide turistiche ve ne racconteranno la storia seguendo un percorso che include le maggiori attrazioni.

Si parte dalla Basilica di S. Apollinare Nuovo e passando per Basilica di San Francesco, arriverete alla Tomba di Dante. Attraversando Piazza Popolo e percorrendo Via Cavour, la via dello shopping, lo stop alla Basilica di San Vitale è d’obbligo, un capolavoro pazzesco!! Il pezzo forte è il Mausoleo della “nobilissima” Galla Placidia che si trova nel giardino.

Il “cielo che si tocca con un dito” vi lascerà senza fiato.

Leggermente più fuori dal centro, troverete una delle chiese più belle della città. Sant’Apollinare in Classe facilmente raggiungibile con la macchina, ma anche con i mezzi pubblici non potete perderla!

Prenotate la vostra visita guidata qui.

Le botteghe degli artigiani

Perdersi tra le tradizionali botteghe degli artigiani mosaicisti, potrebbe essere un interessante passatempo da fare a Ravenna.

Alcune delle più famose sono: la bottega di “Anna Fietta” e quella di Barbara Liverani che, con uno stile fresco e divertente, crea opere incredibilmente contemporanee! Paperelle gialle salvagente e le scritte tipiche dei fumetti, uniscono la tradizione millenaria alla cultura pop.

Con Barbara e la sua micia Ciuci, potrete partecipare ad una mosaic class” per creare insieme a questa eclettica artista, il vostro gioiello.

Potete prenotarla qui.

La storica erboristeria ravennate “La butega ad Giorgioni dal 1888, vi farà fare un salto nel tempo: sembrerà di entrare in una di quelle botteghe frequentate dai maghi alla ricerca di ingredienti speciali per strani incantesimi. Erbe officinali, tisane e spezie è il mix del profumo che sentirete una volta entrati.

Ravenna alternativa: “L’arte si fa strada”

Ravenna, possiede un lato alternativo estremamente interessante: vanta opere murali create da alcuni famosissimi writers come Kobra, Millo o Avignon: pronti a scoprire questo museo a cielo aperto in bicicletta? Qui, potrete scaricare la mappa.

Tra i vari artisti è presente anche Invader, un creativo molto conosciuto, ma senza una vera e propria identità.

Lui arriva e colpisce senza chiedere permesso. Lui arriva e lascia il segno: piccole opere musive sui muri, in cui le tessere ricreano i pixel tipici dei videogiochi anni 80. Piccoli alieni che rendono onore alla città, andando ad aggiungere Ravenna ad una lunga lista in cui figurano Parigi, Bangkok e New York.

Via Cavour e lo Shopping

Dopo tanta cultura, è ora dello shopping!

Potete sbizzarrirvi percorrendo le due vie principali: Via Cavour, che sta a Ravenna come Via Condotti sta a Roma e Via Corrado Ricci con i suoi negozi indipendenti e più chic.

Tra questi, troverete la profumeria “Gabriella”, una perla di eleganza dove un percorso olfattivo guidato, rappresenta una vera e propria esperienza sensoriale.

Se siete a caccia di cose particolari come borse, gioielli e accessori fate una capatina anche da “Topazio” in Via Baracca, 48 (facilmente raggiungibile a piedi da Via Cavour). È un piccolo scrigno di cose deliziose.

Teatro Alighieri e Ravenna Festival

Il Ravenna Festival è uno dei più famosi festival italiani che unisce danza, teatro, prosa, musica in maniera eccellente. Per il programma potete guardare qui.

Il Teatro Alighieri, simbolo di Ravenna oltre che ad avere una ricca programmazione invernale, prevede anche delle visite guidate ad hoc al suo interno. Per qualsiasi informazioni potete scrivere a questa mail visite@teatroalighieri.org , oppure dare un’occhiata direttamente al sito.

Aperitivo alla Nuova Darsena

Il Darsena Pop Up è il perfetto risultato di una mirata riqualificazione di un non-luogo.

Da area portuale dismessa, è diventato un luogo di incontro creativo e gastronomico con bar, pizzeria, gelateria e vegan food truck.

Socialità, innovazione e sostenibilità sono i tre concetti cuore del progetto.

Come evoca il nome, si tratta di uno spazio tridimensionale che, come un vero libro PoP Up fatto di container colorati, si presta a mostre, eventi, concerti, servizi fotografici, sport o anche solo uno spazio per un aperitivo diverso dal solito.

Travel Tips: fermatevi a cena al birrificio Darsenale. Un ex magazzino navale diventa un locale in perfetto hurban style. Qui potrete cenare, ma soprattutto degustare la birra artigianale prodotta dagli stessi proprietari. Il beer concept si chiama “Bizantina” per onorare non solo la città, ma anche per omaggiare il tradizionale modo di produrre la “bionda”

Piadina e cappelletti

Ravenna, cuore della Romagna è patria della gastronomia e dei sapori tipici: piadina e cappelletti. In tutta la città potrete assaggiare queste due specialità anche un po’ rivisitate, come per esempio i cappelletti fritti da passeggio di “Al Cairoli”.

Per una piadina, invece, fermatevi alla Cà de Ven, locale storico amato sia dai cittadini che dai turisti. Atmosfera d’altri tempi, crescioni e piatti legati alla tradizione romagnola, lo rendono speciale.

Ravenna e la spiaggia

Ravenna è città di mare. Non si può passare un weekend estivo a Ravenna senza “allungarsi” a fare un aperitivo mettendo i piedi sulla sabbia. Bastano 15/20 minuti di macchina per arrivare a Marina di Ravenna e avere l’imbarazzo della scelta su dove bersi una bella Caipiroska fresca.

Fermatevi al Singita se amate le atmosfere rilassate e di stile. Oppure fermatevi al Peter Pan per un’atmosfera più hippy con cocktail da 10 e lode o allo Zanzibar se siete più in stile afro. Ne troverete per tutti i gusti!

Tutte le esperienze che vi ho descritto e non solo, le potrete trovare nella piattaforma RomagnaWelcome.

Utilizzando il codice PIMPIGYRE solo per voi un speciale sconto!!

#gyre #romagnawelcome

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *